Ricerca nel sito

sabato 24 febbraio 2007

Ancora sul blog di Musso

Non è per infierire, ma il blog di Musso riserva delle sorprese quotidiane, pur essendo stranamente pochissimo seguito dal popolo della rete (neanche 3000 contatti complessivi dalla sua nascita, alla fine di gennaio). Segnalo per par-condicio anche il sito della Vincenzi, dove tuttavia non c'è un contatto diretto con i visitatori (apprezzabile la rassegna stampa).
Tornando a Musso, segnalo alcuni avvenimenti degni di nota:
1 - Qualcuno nei commenti gli fa notare che le foto sul sito sono un po' troppo giovanili (vedi la copia cache, finchè è disponibile) e lui le cambia. - Curioso!
2 - Scrive un pezzo invitando tutti a raccogliere fondi per la campagna elettorale e conclude con una frase infelice "Coraggio: qualche euro al giorno e ci togliamo la sinistra di torno" (copia cache). Se vuoi attirare dei voti degli elettori di sinistra, indispensabili per vincere a Genova, questo non mi pare il modo migliore. Qualcuno nei commenti glielo fa notare e lui toglie la frase. - Pragmatico!
3 - Tale Paolo Rebuffo di Forza Italia lo critica duramente (secondo commento). Lui risponde che sostanzialmente quello che scrive Rebuffo è vero, contraddicendo ciò che aveva scritto non più di quattro giorni prima! Ma allora aveva scritto delle baggianate (questo mi ricorda qualcosa..) - Coerente!
4 - Tale Thomas Stryer, suo amico, gli scrive un commento molto articolato, circostanziato, che condivido in pieno. Consigli, qualche critica ma soprattutto preoccupazione per la conciliazione delle idee sue con quelle dei partiti che lo sostengono. Musso gli risponde in privato, ma autorizza Thomas a pubblicare la sua risposta. Non la pubblica direttamente lui perchè non ne ha copia! Mai sentito parlare della cartella "posta inviata"? Poi perchè non rispondergli direttamente sul blog (interessante anche per gli elettori)? Se invece vuole che rimanga un carteggio privato, perchè scrivere sul blog un post che tradotto in parole povere recita: "Ci siamo scambiati delle mail io e il mio amico Thomas ma non le ho volute pubblicare" - Di cosa stiamo parlando?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ah marce',
'mazza quanto sei impietoso. Ma che, te rode?
E daje su...un minimo di comprensione, gioca fuori casa, si sta a spremere come un limone, fa tutto da solo (errori compresi), si muove su tutti i fronti, ma che potrebbe fare di diverso? (a parte non aver accettato la candidatura, va bene, ma ora che corre deve correre e non può certo usare sempre il fioretto, i distinguo ecc).
E poi, parere personale, migliora la campagna anche a sinistra (laddove saranno un po' spiazzati a non avere di fronte il solito candidato rozzo-urlatore o perbene-perdente o clone di silvio&c)
Un abbraccio

Marcello ha detto...

Non ce l'ho con lui, è solo che qui in ufficio ci divertiamo a seguire il suo blog che offre sempre degli spunti curiosi e divertenti... se anche la vincenzi avesse un blog probabilmente scriverebbe delle castronerie anche peggiori.
Comunque, al di là di tutto, quello che mi lascia più perplesso sono i partiti che lo sostengono e come potrà conciliare le sue idee con le loro. Ciò appare ancora più chiaro nell'ultimo commento di thomas stryer (nel post "cambiare si può ma costa") in cui è evidente l'imbarazzo di musso verso i suoi "sostenitori".

saluti e grazie per aver contribuito alla discussione!
marcello

Le migliori notizie dal web